flag004

 

(seconda parte)Sopra i 2000 m

Rifugio Bozzi.JPG

SCHEDA

 

Rifugio Angelino Bozzi al Montozzo (m 2478)

Il Rif. Bozzi si trova nel Parco dello Stelvio in alta Valcamonica e precisamente in valle di Viso nella conca del Montozzo. il rifugio era una caserma della Regia Guardia di Finanza che aveva il compito di impedire il contrabbando con l'Austria. Durante la prima guerra mondiale divenne un caposaldo presidiato dal battaglione Edolo e dal battaglione Val d'Intelvi. Durante questo conflitto intorno al rifugio furono costruiti baraccamenti, trincee e manufatti per l'alloggio e la difesa dei soldati e ancora oggi sono visibili e ben conservati. La via più facile di accesso è quella che dal bellissimo borgo alpino di Case di Viso (m 1753) nel comune di Ponte di Legno, risale la valle di Viso con una comoda mulattiera militare (CAI 52). Il rifugio si trova anche lungo il sentiero N.2 (Alta Via Camuna). In questa scheda tuttavia viene descritto il percorso molto panoramico e più appagante, che partendo dal Tonale raggiunge il rifugio superando il Passo dei Contrabbandieri (m 2681). Questa via fu utilizzata in passato per il contrabbando tra l'Italia e il Trentino austriaco e successivamente come importante collegamento militare durante la Grande Guerra. Diverse postazioni militari al passo, belle fioriture con alcune rarità e interessante panorama nonché possibilità d'avvistamento di aquile, marmotte, caprioli, cervi e camosci. Il Bozzi si può raggiungere anche con bellissimo giro ad anello, passando prima dai Laghi di Ercavallo; escursione un poco lunga e descritta nella relativa scheda.

Itinerario: dal Tonale e Passo dei Contrabbandieri (m 2681)

Dal Passo del Tonale, con l’automobile si può arrivare agevolmente nei pressi dell’ex ospizio S. Bartolomeo (m 1971) prendendo la strada accanto al parcheggio della seggiovia Valbiolo. Parcheggiata l’auto nei pressi della struttura adibita ora ad hotel, si proseguendo sulla stradetta in direzione est fino ad un bivio dove si svolta a sinistra e in circa 40 minuti si raggiunge la malga-ristoro Valbiolo (m 2244), base di partenza per escursioni impegnative in quota. Si continua con il sentiero (CAI 111) che costeggia le piste da sci e che risale ripido i restanti 400 m di dislivello per giungere al Passo dei Contrabbandieri (m 2681). Bellissimo il panorama sulla Presanella a sud-est e a nord-ovest sulla Val di Viso, Ercavallo, Tre Signori e i monti dal Coleazzo al Pietra Rossa. Il passo e tutta la cresta sono interessati da un complesso sistema di camminamenti e fortificazioni risalenti alla Grande Guerra. Si raccomanda prudenza nel percorrerli sul versante che precipita sulla Valle di Viso. Dal Passo dei Contrabbandieri si prosegue sempre con il sentiero 111 che cala a zig zag sul ripido versante nord ingentilito da alcune varietà di fiori, quindi con un lungo traversone tra i ghiaioni dell’Albiolo si raggiunge il Rifugio Bozzi (m 2481) ed il suo bel laghetto, ornato da tantissimi eriofori (di scheuchzer).

Per il ritorno, l’ideale sarebbe quello di scendere verso Case di Viso (m 1753) del comune di Ponte di Legno, con la comoda mulattiera di guerra (CAI 52) che dopo diversi tornanti e anche qualche scorciatoia permette di passare dal bellissimo borgo alpino che è patrimonio dell’Unescu.

 

Guarda le Foto                Cartografia Ingenia       prima Mappa       seconda Mappa

Partenza

quota

Arrivo

quota

dislivello

max

Tempo

Km

Difficoltà

Data

Ospizio S.Bartolomeo

1971

Rifugio Bozzi

2478

507

710

h. 2.15

 

E+

04/08/2013

Nota: il tempo è riferito alla sola salita o all’andata!

 

                                                                                    

(seconda parte)Sopra i 2000 m