image001.gif                                                                                                                                                  

 

   (seconda parte)Sopra i 2000                                                                                              

DSCN2068_small.jpg

Laghetto di Savoretta

SCHEDA

Lago Savoretta_SMALL.jpg

Mappa

 

Laghetto di Savoretta (m 2667) dalla Valle delle Messi, giro ad anello

 

La Valle delle Messi, già vista in alcuni itinerari presenti nel Sito, è forse una delle più belle convalli camune non adamelline. Fa parte del Parco Nazionale dello Stelvio e si estende da S. Apollonia (Ponte di Legno) fino al Passo di Pietra Rossa. Nella parte superiore, dove il solco principale piega a Ovest verso sinistra, si apre verso Nord con la poco nota Valle di Savoretta, dominata e chiusa a nord dalla Cima di Savoretta Tonda (m 3008) e dal M. Gavia (m 3220), un poco spostato verso est. Tra le due cime c’è il Passo di Savoretta (m 2931), che permette di scendere nella Val di Rezzalo. Per chiarezza, la Cima di Savoretta o Punta di Valmalza (m 3094) si trova invece molto più a ovest, a ridosso del Passo di Pietra Rossa e quindi è a monte della valle attigua a quella di Savoretta, cioè quel solco principale citato sopra. In questa escursione si passa dal Rif. Valmalza, dal Biv. LInge, dal laghetto di Savoretta e dal Lago Nero del Gavia.

Itinerario

La prima parte dell’itinerario, fino al Bivacco Linge e un poco oltre, corrisponde a quello già presente nella relativa SCHEDA alla quale, se si vuole, è possibile fare riferimento.

Comunque sintetizzando, si lascia l’auto nell’ampio parcheggio situato presso la grande area Pic-Nic di Case Silizzi (m 1600) e con la comoda mulattiera (CAI 158 ex 58), si sale con moderata pendenza verso il Rif. Valmalza (m 1998), passando prima dalle belle località di C.se degli Orti (m 1626) e di C.se Pradazzo (m 1660). La mulattiera termina al rifugio e si continua su un facile sentiero, cmq abbastanza ripido, che in poco tempo conduce sul grande altopiano solcato dal Rio di Valmalza, ai piedi settentrionali della Punta di Monticelli (m 2643). In cima al grande pianoro pascolivo alla quota di 2273 metri è presente il Bivacco Linge (baita Monticelli di Valmalza) che rappresenta una tappa dell’Alta Via Camuna, quella contrassegnata dal segnavia CAI 102 ex 2. Dal bivacco è ben visibile verso ovest la severa Punta di Pietra Rossa (m 3275), la più alta di tutta la zona. Si continua quindi con l’Alta Via Camuna, direzione Lago Nero, cioè verso nord-ovest. Dopo nemmeno mezz’ora dal bivacco, si incontra il breve tratto roccioso, comunque ben attrezzato, col quale si scavalca il crinale che divide la Valmalza da quella di Savoretta. Ben presto però bisogna abbandonare il sentiero 102 che, perdendo quota, attraversa la valle direzione lago Nero, quindi si devia decisamente a sinistra per risalire verso nord, su facili terreni erbosi e pietrosi anche seguendo deboli tracce, la sconosciuta Valle di Savoretta, rimanendo inizialmente sulla sua parte destra orografica. Dopo aver superato e risalito facili morene di fondo, cercando il percorso più comodo, si raggiunge alla discreta quota di 2667 metri, l’ampia conca dove appare il laghetto di Savoretta, ad inizio stagione ancora parzialmente ghiacciato e innevato, dominata a nord-est dall’inconfondibile sagoma del M. Gavia (m 3220). Dalla conca risulta davvero incantevole il paesaggio verso valle.

Per il ritorno conviene scendere cercando di portarsi il prima possibile verso la parte orografica sinistra della valle, in modo da seguire delle tracce o la direzione idonea, per andare ad intercettare il sentiero 102 dell’Alta Via Camuna senza perdere troppa quota. In breve si raggiunge quindi il Lago Nero (m 2387) situato a meridione del Passo Gavia. Dal bel lago non è difficile individuare il sentiero CAI 157 (ex 57) col quale si scende verso il fondovalle (Valle delle Messi) per andare a riprendere il sentiero fatto all’andata (CAI 158). Durante la discesa si passa dai ruderi delle Baite Gaviola (m 2118) per poi riprendere, come già detto, il sentiero 158 poco prima di C.se Pradazzo.

 

                                                                                                               Cartografia Ingenia         mappa 

Partenza

quota

Arrivo

quota

dislivello

max

Tempo

Km

Difficoltà

Data

Case Silizzi

1600

Lago di Savoretta

2667

1067

h. 3.15

E+

11/06/2017

Lago di Savoretta

2667

Case Silizzi

1600

-1067

h. 2.30

E

 

 

DSCN1959.jpg

DSCN1964.jpg

DSCN1972.jpg

DSCN1983.jpg

DSCN1984.jpg

Mulattiera CAI 158

Dritti CAI 158, a destra CAI 157

Torrente Frigidolfo

Si intravede il Rif. Valmalza

Sentiero CAI 158

DSCN1991.jpg

DSCN1997.jpg

DSCN2011.jpg

DSCN2015.jpg

DSCN2017.jpg

Giungendo al Biv. Linge

Biv. Linge

Tratto attrezzato sul 102

Tratto attrezzato sul 102

Il Pietrarossa alle spalle

DSCN2018.jpg

DSCN2028.jpg

DSCN2036.jpg

DSCN2041.jpg

DSCN2048.jpg

Valle delle Messi

Il 102 attraversa la Val Savoretta per andare al Lago Nero

Valle di Savoretta

La Valle di Savoretta

Giungendo al laghetto

DSCN2054.jpg

DSCN2063.jpg

DSCN2072.jpg

DSCN2075.jpg

DSCN2077.jpg

Laghetto di Savoretta

A sinistra la Presanella

Spettacolo dal laghetto

Spettacolo dal laghetto

Camoscio

DSCN2085.jpg

DSCN2091.jpg

DSCN2105.jpg

DSCN2111.jpg

DSCN2115.jpg

Inizia il ritorno

Si scende

Si tiene la sinistra orografica

Verso il sentiero 102

Sul sentiero 102

DSCN2118.jpg

DSCN2119.jpg

DSCN2129.jpg

DSCN2131.jpg

DSCN2136.jpg

Il Lago Nero del Gavia

Valle delle Messi

Sul sentiero 157

Sul sentiero 157

Ruderi delle Baite Gaviola

DSCN2137.jpg

DSCN2138.jpg

DSCN2139.jpg

DSCN2141.jpg

DSCN2148.jpg

Baite Gaviola

Al centro un laghetto asciutto

Panorama verso la conca del Linge e il Pietra Rossa

Giro quasi terminato

L’area pic-nic di Case Silizzi

 

 

   (seconda parte)Sopra i 2000