image001.gif                                                                                                                                                  

 

(seconda parte)Sopra i 2000

DSCN2949.JPG

SCHEDA

DSCN2929.JPG

 

Passo di Dombastone (m 2546) – giro ad anello

La Val Grande è la più lunga delle valli camune del Parco Nazionale dello Stelvio. Ed è anche la valle più ricca di fauna selvatica, in specie di grandi ungulati: cervi e camosci. A circa metà valle, dove sorge il bel Bivacco Occhi, in località Plas de l’Asen (2049m), salendo a sinistra con percorso escursionistico si può raggiungere in poco più di un’ora il Passo di Dombastone (2546m), che porta nell’omonima valle e che mette quindi in comunicazione la Vallecamonica con la Valtellina. Precisamente si trova a sud del Sasso Maurone (m 2723) e a nord del Sasso Grande (m 2669).

L’escursione qui proposta, abbastanza lunga ma che regala soddisfazioni, anziché utilizzare il classico e solito percorso per risalire la Valgrande, consente di raggiugere il Passo di Dombastone utilizzando parte del Senter de l’Asen, il quale risale la Val Grande sulla destra orografica rimanendo sempre oltre i 2000 metri di quota attraversando le vallette del Tremoncelli e di Riguccio, dove è quasi garantito l’avvistamento degli ungulati. Raggiunto il passo si scende transitando dal sottostante Bivacco Occhi e si ritorna con la classica via, compiendo così anche un anello.

 

Itinerario:

Raggiungere Vezza d’Oglio e salire alla frazione di Grano, superata la quale si può parcheggiare nelle piazzole poste a lato della parte finale di una lunga salita. Si segue la stradetta inizialmente acciotolata e quasi subito si ignora un bivio sulla sinistra proseguendo sulla sterrata che quasi in piano si inoltra verso la Val Grande. Superate diverse baite ristrutturate si giunge ad un bivio dove si mantiene la destra seguendo le indicazioni per il sentiero CAI 2. Ben presto la strada si immette sulla via principale (CAI 2) della  Val Grande e con questa la si risale fino al bivio di Case Leggerini (m 1700) situato poco prima  della chiesetta di Caret; si devia quindi a sinistra seguendo le indicazioni per il Senter de l’Asen e superato un ponticello si comincia a risalire su stretta traccia il ripido costone sx della Val Grande, alla destra di un ruscelletto, ( già c’è la possibilità di avvistare qualche cervo) mentre sotto di noi si può vedere la chiesetta di Caret. Si continua a salire sull’erto costone seguendo i segni bianco/rosso e dopo circa un’ora e mezza dal bivio si raggiunge la valletta del Tremoncelli e il sentiero dell’asino (CAI 2A). Si imbocca a destra questo sentiero che procede in piano per risalire con un breve tratto finale ad un’intaglio (m 2383) nel crinale che divide la valletta del Tremoncelli da quella del Riguccio (da qui bellissima visuale sulla Val Grande) e con attenzione si scende lo scosceso pendio fino ad un bivio e relativa segnaletica; qui c’è la possibilità di interrompere eventualmente l’escursione deviando verso il fondovalle e la Malga Valgrande in meno di un’ora, oppure di continuare sul sentiero CAI 2A seguendo l’indicazione Bivacco Occhi e Passo di Dombastone (probabilmente i relativi tempi segnati sul cartello sono errati…); si procede a mezza costa rimanendo sempre sui 2200 metri di altitudine, con ampia visuale verso la testata della Val Grande e con grande probabilità di incontrare gruppi di cervi che scorazzano sul costone. Il sentiero cala di poco fino ad un altro bivio con le puntuali indicazioni: per il Bivacco Occhi scendendo a destra e per il passo di Dombastone salendo a sinistra. In meno di un’ora si raggiunge il passo che immette nella Valle Dombastone e in pratica in Valtellina. La visuale è ampia, verso la Vallecamonica a sud, verso il Passo di Valgrande (m 2978) e la Punta di Pietrarossa a nord-est, verso il Passo di Valcanè (m 2699) e il sottostante Bivacco Occhi a est e verso le Cime del Tirlo a sud-est.

Si ritorna scendendo sul sentiero fatto per raggiungere il passo, fino a riprendere il CAI 2A col quale si continua a perdere quota verso est per passare dal Bivacco S. Occhi (m 2047) al Plas de l’Asen.. ancora meno di 2 ore sulla classica via (CAI 2) e si ritorna al parcheggio sopra Grano. 

guarda le foto                                                                         Cartografia Ingenia             mappa 1            mappa 2

Partenza

quota

Arrivo

quota

dislivello

max

Tempo

Km

Difficoltà

Data

Grano  di Vezza d’Oglio

1350

Passo di Dombastone

2546

1196

1400

h. 4.30

E+

07/10/2015

 Nota: il tempo è riferito alla sola salita o all’andata! Per il ritorno dal Passo di Dombastone a Grano calcolare quasi 3 ore.

 

 

 (seconda parte)Sopra i 2000