flag004

 

(prima parte)Sotto i 2000 m

Campione.JPG

SCHEDA

 

Rifugio Campione (m 1937) al Passo dei Campelli.

Questa è un’escursione che si può fare in tutti i periodi dell’anno, anche in presenza di neve, perché è una zona molto battuta da motoslitte e sciatori e generalmente non servono le ciaspole. Oltretutto la zona dei campelli è stupenda in tutte le stagioni. Il percorso è escursionistico, molto bello e consente di raggiungere il passo in un’ora e mezza o poco più se percorso dalla Val di Scalve, mentre risulta molto più lungo e noioso se effettuato da Ono S. Pietro. Dal Passo si gode di un Paesaggio magnifico  e verso nord-est si può ammirare il gruppo dell’Adamello.

Itinerario 1: da Schilpario (Val di Scalve)

In auto si oltrepassa Schilpario seguendo la strada per il Passo del Vivione e arrivati ai “Fondi” (m 1200 ) prima di una sbarra, solitamente chiusa nel periodo invernale, si parcheggia nell’ampio spiazzo. Fino al Rifugio Cimon della Bagozza (m 1573) il percorso mantiene la direzione della strada seguendo i marcati e ovvi sentieri che accorciano ed evitano la strada stessa e i suoi tornanti; continua con la sterrata che passa prima dalla Malga bassa CAI 428, e poi dalla Madonna dei Campelli (m 1700), dove si può ammirare il Cimon della Bagozza (m 2407), quindi oltrepassa la malga alta (m 1811) e infine raggiunge il Passo (m 1892). Da qui in pochi minuti, seguendo il CAI 159, il percorso arriva al nuovo Rifugio Malga Campione (m 1937). Dal rifugio in meno di 30 minuti si può salire al M. Campioncino (m 2096) dove c’è una croce oppure in meno di un’ora al M. Campione (m 2174), dove lo sguardo spazia a 360 gradi.

Per il ritorno si segue l’itinerario fatto all’andata, considerando che una volta arrivati al rifugio Cimon della Bagozza, risulta alternativo e forse più comodo rimanere sul CAI 428 fino alle malghe Lifretto.

Guarda le foto                                                                            Cartografia Ingenia                 Mappa

Partenza

quota

Arrivo

quota

dislivello

max

Tempo

Km

Difficoltà

Data

Fondi di Schipario

1200

Rifugio Campione

1937

737

 

h.2.00

 

E

05/12/2012

Nota: il tempo è riferito alla sola salita o all’andata!

 

Itinerario 2: da Ono S. Pietro (Vallecamonica)

Percorso molto più lungo e faticoso questo che dall’abitato di Ono (m 516) e seguendo una strada prima asfaltata e poi sterrata, conduce ai Campelli e quindi al Rifugio Campione (m 1937). Il dislivello infatti è di oltre 1400 metri. Si Parcheggia nella piazzetta del paese e si prende la stradina asfaltata, che inizialmente corrisponde alla Via Valeriana 191 ed anche CAI 98, quindi si prosegue sempre sulla stradina in salita, che passa da varie località fino ad arrivare alle Baite del Mèla (m 1500) dopo circa 2 ore. La strada prosegue passando vicino alla malga Vericolo prima e alla malga Campione Inferiore poi, fino al Passo dei Campelli. 

Il ritorno si effettua con lo stesso percorso dell’andata.

Guarda le foto                                                                                        Cartografia Ingenia        Mappa

Partenza

quota

Arrivo

quota

dislivello

max

Tempo

Km

Difficoltà

Data

Ono San Pietro

516

Rifugio Campione

1937

1421

 

h.3.00

 

E+

13/10/2013

Nota: il tempo è riferito alla sola salita o all’andata!

                                                                                    

(prima parte)Sotto i 2000 m